Di’ al tuo adolescente la verita’ sul cibo spazzatura

Di’ al tuo adolescente la verita’ sul cibo spazzatura
4.6 (91.67%) 24 votes

Secondo uno studio della Booth School of Business dell’Università di Chicago, far sapere agli adolescenti che vengono gestiti dai distributori alimentari può essere un modo semplice e fuorviante per incoraggiare un’alimentazione più sana.1

Molte delle principali malattie croniche che minacciano la salute umana, come le malattie cardiache, il cancro e il diabete, sono il risultato di scelte alimentari inadeguate. Queste abitudini alimentari possono iniziare nell’infanzia, in parte a causa della pubblicità pervasiva e attentamente orchestrata dell’industria del cibo spazzatura.

Gli adolescenti sono tra quelli più presi di mira dai produttori di alimenti e i ricercatori sulla salute pubblica sono da tempo alla ricerca di modi per aiutarli a mangiare meglio. Affidarsi al loro naturale desiderio di ribellarsi contro l’autorità degli adulti può essere un elemento chiave per contrastare la manipolazione trasmessa attraverso annunci di cibo spazzatura.

Dire agli adolescenti che vengono manipolati può portare ad un’alimentazione più sana

A nessuno piace essere ingannato, nemmeno nell’adolescenza. In una ricerca preliminare, un gruppo di studenti della Grade 8 ha letto una presentazione che rivela le pratiche manipolatorie e le etichette ingannevoli usate dalle aziende di marketing per mettere in moto il cibo spazzatura che crea dipendenza al fine di aumentare i loro profitti. Un focus group di studenti legge informazioni convenzionali su un’alimentazione più sana.

Il giorno dopo, gli studenti che hanno letto la presentazione hanno scelto di mangiare meno cibo spazzatura e bere acqua piuttosto che bevande analcoliche.2 Nella parte successiva dello studio, un altro gruppo di studenti della classe 8 ha letto la presentazione e ha ricevuto immagini di materiale pubblicitario sui loro tablet. Gli fu detto di disegnare gli annunci in stile graffiti per renderli reali.

Si è scoperto che coloro che avevano sentito parlare della manipolazione dell’industria alimentare spazzatura avevano scelto cibi più sani per il resto dell’anno scolastico – un periodo di circa tre mesi. I ragazzi adolescenti, in particolare, gruppo notoriamente appassionato di cibo spazzatura, hanno ridotto il loro consumo di cibo spazzatura del 31% rispetto a coloro che leggono articoli sul mangiare sano.

L’autore dello studio, Christopher J. Bryan dell’Università di Chicago, ha dichiarato in un comunicato stampa: “La maggior parte degli interventi precedenti sembrava presupporre che l’alternanza di conseguenze negative a lungo termine per la salute di una cattiva alimentazione sarebbe un modo efficace per gli adolescenti per motivarli a cambiare il loro comportamento. Abbiamo pensato che questo potrebbe essere il motivo principale per cui nessuno è stato in grado di convincere gli adolescenti a cambiare le loro abitudini alimentari in modo sostenibile. “3

Lo sfruttamento del naturale desiderio degli adolescenti di ribellarsi contro l’autorità si è dimostrato un modo efficace per apportare cambiamenti significativi nelle scelte alimentari. Anche le ragazze adolescenti hanno risposto alle letture sulle pratiche di marketing manipolativo dei produttori di cibo spazzatura, mostrando una reazione immediata più negativa al cibo spazzatura. Tuttavia, i loro acquisti nella caffetteria sono rimasti praticamente invariati, indipendentemente dal materiale letto.

I ricercatori hanno ipotizzato che le ragazze possono avere reagito di più al materiale sano mangiare perché ha parlato di calorie e hanno sentito la pressione sociale per essere magro. Tuttavia, il materiale esposto può essere preferibile, in quanto ha portato ad abitudini alimentari simili con meno rischi di vergogna fisica.4

“Questi risultati suggeriscono che rielaborare scelte alimentari non sane e incompatibili con valori importanti potrebbe essere una soluzione economica e scalabile per produrre cambiamenti sostenibili e interiorizzati negli atteggiamenti e nelle scelte alimentari degli adolescenti”, hanno spiegato i ricercatori.5

Pubblicità


I marketer usano Instagram per incoraggiare emotivamente i giovani a mangiare spazzatura

I giovani sono particolarmente vulnerabili alle pressioni sociali e trascorrono regolarmente del tempo sui social media. Questo rende le piattaforme come Instagram uno scrigno di potenziali nuovi clienti per le aziende di junk food.

I ricercatori hanno analizzato il contenuto di 15 account Instagram per “le marche di cibi e bevande più popolari, ricche di energia e poveri di nutrienti su Instagram”, utilizzando 12 mesi di pubblicazioni.6 Ogni marchio ha utilizzato da sei a undici diverse strategie di marketing, ma in genere ha aderito a un tema generale come l’atletica o l’essere raccontato.

Anche se i conti Instagram erano molto forti, non contenevano necessariamente molte informazioni sui prodotti o indicazioni sulla salute. I ricercatori hanno scoperto che i marchi hanno utilizzato piattaforme di social media come Instagram per manipolare le emozioni dei consumatori piuttosto che per presentare informazioni.

Fortunatamente, potreste essere in grado di difendervi semplicemente informando il vostro adolescente delle ragioni di questi messaggi: le aziende di cibo spazzatura stanno cercando di attirare i bambini verso il cibo spazzatura quando sono giovani. Lo studio ha anche scoperto che considerare il marketing del cibo spazzatura come una forma di manipolazione aiuta a contrastare i legami emotivi su cui si basano i marketer del cibo spazzatura.

“Il marketing alimentare è deliberatamente progettato per creare associazioni emotive positive con il cibo spazzatura, per collegarlo a sentimenti di felicità e divertimento”, ha detto Bryan. “Una delle cose più eccitanti è che abbiamo incoraggiato i bambini ad avere una reazione intestinale immediata più negativa al cibo spazzatura e al marketing del cibo spazzatura, e una reazione intestinale immediata più positiva al cibo sano”7

I bambini sono esposti a 27 annunci di cibo spazzatura al giorno

Negli ultimi 30 anni, l’incidenza della malattia è aumentata del 47%. La commercializzazione di cibo spazzatura ha contribuito a questo aumento incoraggiando l’acquisto e il consumo ripetuto di alimenti non sani.8 Per verificare l’ubiquità del bambino medio nella vita di un bambino, i ricercatori hanno utilizzato macchine fotografiche portatili che scattano foto ogni sette secondi.

Un gruppo di 168 bambini ha portato le telecamere per quattro giorni, rivelando di essere stati esposti al marketing di cibo spazzatura 27,3 volte al giorno, a casa, in spazi pubblici e anche a scuola. La commercializzazione di bevande dolci, fast food, fast food, caramelle e snack era il tipo più comune incontrato dai bambini. I ricercatori credono:9

“Questa ricerca suggerisce che i bambini vivono in un ambiente di marketing alimentare obesogeno che promuove l’obesità come risposta normale al loro ambiente quotidiano.

I bambini hanno più del doppio delle probabilità di essere esposti al marketing alimentare non essenziale, che non si raccomanda di non commercializzarlo ai bambini, rispetto a diverse volte al giorno in diversi contesti e attraverso diversi media. Tutti i bambini, indipendentemente dalla loro posizione socioeconomica, sono stati esposti a una commercializzazione non alimentare più che di base, e sembra che ci sia una certa struttura etnica. “

Infatti, un rapporto del Rudd Center for Food Policy and Obesity dell’Università del Connecticut ha rilevato che le aziende di cibo spazzatura spesso si rivolgono a consumatori neri e ispanici. “Pertanto, una maggiore esposizione a questa commercializzazione da parte di bambini e adolescenti ispanici e neri, sia nei media che nelle loro comunità, probabilmente contribuisce alle disparità sanitarie legate all’alimentazione che colpiscono le comunità di colore, tra cui l’obesità, il diabete e le malattie cardiachedieci

Inoltre, è stato dimostrato che il consumo di cibo spazzatura aumenta significativamente durante o poco dopo l’esposizione ad annunci di cibo spazzatura.11

Gli specialisti del cibo spazzatura si affidano a tecniche di marketing convincenti

Nella loro ricerca di attaccare i bambini al cibo spazzatura fin dall’inizio, i marketer utilizzano una varietà di tecniche di marketing persuasive. Quando i ricercatori hanno condotto una revisione sistematica di otto banche dati online, hanno scoperto le tecniche di marketing più comuni utilizzate per promuovere il cibo per bambini in televisione. Queste includono:12

  • Offerte Premium
  • Caratteri promozionali
  • Indicazioni nutrizionali e sulla salute
  • Il tema del gusto
  • Il fascino emotivo del piacere

Quando i bambini associano un alimento ad un personaggio animato, lo percepiscono come se avesse un gusto migliore e una preferenza più forte per quel cibo.13 I marketer lo sanno, e in uno studio che mette a confronto le tattiche di marketing utilizzate nella pubblicità per bambini e adulti, quelle rivolte ai bambini si concentrano sui bonus giocattolo e sui legami tra film, marchi e loghi.14

Si sono anche concentrati su una vista del ristorante per strada, forse perché i bambini potessero riconoscere più facilmente un fast food mentre passeggiavano, mentre gli annunci per adulti si concentravano sul gusto, le dimensioni e il prezzo. Le tecniche di persuasione più comuni utilizzate in televisione per promuovere l’alimentazione dei bambini sono state: uso di offerte premium, promozione del carattere, indicazioni nutrizionali e sulla salute, tema del gusto e richiamo emotivo del piacere.

Rischi per la salute di una dieta a base di cibo spazzatura

Concentrare la vostra dieta sul cibo spazzatura è pericoloso a qualsiasi età, ma i bambini possono soffrire per tutta la vita gli effetti del consumo eccessivo di cibo spazzatura. L’obesità infantile è significativamente associata al consumo di fast food,15 ma i rischi vanno anche oltre l’aumento di peso.

In uno studio, il consumo di fast food tre o più volte alla settimana è stato associato ad un aumento del rischio di asma grave e.16 I bambini che mangiano più fast food progrediscono anche più lentamente a livello accademico, con punteggi più bassi per i bambini che mangiano più velocemente di quelli che non lo fanno.17

Uno studio britannico ha anche scoperto che i bambini che mangiavano principalmente all’età di 3 anni avevano un QI più basso all’età di 8 anni.18 Le carenze nutrizionali precoci possono anche portare a deficit nel funzionamento del cervello, esponendo il bambino a problemi comportamentali che vanno dall’iperattività all’aggressività, che può durare fino all’adolescenza e oltre.

Altre ricerche hanno anche dimostrato che il consumo di cibo spazzatura può aumentare il rischio di stress psichiatrico e comportamenti violenti nei bambini e negli adolescenti, suggerendo che il miglioramento delle abitudini alimentari può essere un approccio efficace per migliorare la salute mentale.19 L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è una di quelle che chiedono una maggiore protezione dei bambini dagli effetti nocivi del cibo spazzatura e del marketing del cibo spazzatura:20

“È stato dimostrato che la pubblicità alimentare e altre forme di marketing influenzano le preferenze alimentari dei bambini, il comportamento di acquisto e il comportamento alimentare. Il marketing è stato inoltre associato ad un aumento del rischio di sovrappeso e obesità nei bambini.

Le abitudini che i bambini sviluppano all’inizio della loro vita possono incoraggiarli ad adottare pratiche alimentari non sane che continuano fino all’età adulta, aumentando il rischio di sovrappeso, obesità e problemi di salute correlati, come il diabete e le malattie cardiovascolari. “

Di’ al tuo adolescente la verita’ sul cibo spazzatura

La verità è che il cibo spazzatura crea dipendenza ed è facile diventarne biologicamente dipendenti. Più cibo spazzatura mangiate, più lo volete, e lo stesso vale per i bambini. Tuttavia, liberarsi dalla trappola e concentrarsi sul cibo reale è una delle cose migliori che puoi fare per la tua salute, e i bambini non fanno eccezione.

Per i più giovani, cercate di coinvolgerli nella pianificazione dei pasti, nello shopping di cibi sani e in cucina. Potete anche piantare un orto insieme. In definitiva, quando i bambini sono piccoli, siete il miglior modello per un’alimentazione sana. Quindi scegliete di mangiare cibo vero e i vostri figli vi seguiranno.

Per gli adolescenti, quando iniziano a ribellarsi, usalo a loro vantaggio. Come dimostra lo studio presentato, informare l’adolescente sulle motivazioni a scopo di lucro dietro gli annunci di cibo spazzatura può essere sufficiente a generare un nuovo desiderio di mangiare più sano.